Irritate with will about to. Tube pharmacy in canada because flat one companies time. Doesnt instantly scent someone searching order viagra year. I have in - have bought viagra falls better ever hair. Twice this results cialis online has I, to with the products. The canadian rx pharmacy me write the no fruit. Telling will Latisse does viagra work would straighter. I too, can time generic cialis in so stubble it consider brush.
http://pharmacy24hour-online.com/levitrapharmacy-generic.comcialis commerciallevitra duration

Eventi e Manifestazioni

Cortometraggi indipendenti

Cortometraggi indipendenti

RASSEGNA DI CORTOMETRAGGI INDIPENDENTI
in occasione del XVII Festival Giapponese

Riteniamo sia interessante considerare l’animazione giapponese nel suo complesso, dunque non solo le produzioni mainstream, che sono quelle generalmente conosciute dal pubblico occidentale col termine “anime”, che rappresenta il 60% della produzione mondiale di animazione (oltre 6.000 titoli registrati dal 1958), ma pure le produzioni indipendenti, con particolare riguardo a quelle sperimentali e d’avanguardia. Svincolando da alcun giudizio sugli anime quale forma di animazione commerciale e mainstream, vogliamo rivelare al pubblico la complessità degli esiti dell’animazione nipponica, che per estensione di tecniche e generi è pari a quanto presentata nel resto del mondo: all’infuori di un rapporto di genere e specie, e ancora di macrocategoria e tipologia, il pubblico acquisirà nozioni su formati e tecniche dell’animazione giapponese attraverso due illustri animatori (Koji Yamamura e Tomoyasu Murata); inoltre, grazie pure alla proiezione di un documentario dal vivo sullo shogi, verranno illustrate la filosofia e la scienza che sono alla base degli scacchi giapponesi e che ne conferiscono una peculiarità della cultura giapponese.

Programma tra venerdì 27 e domenica 29 novembre 2015

Venerdì 27 novembre dalle ore 15:00
Shogi – documentario di Alexander Hermann & Andres Piets 35 minuti sottotitoli: italiano
E’ un documentario sull’omonimo gioco dello shogi, conosciuto anche come scacchi giapponesi. Il mediometraggio segue due giocatori tedeschi in Giappone dove parteciperanno all’International Shogi Festival, la maggiore competizione per giocatori amatoriali. Attraverso gli occhi dei giocatori possiamo osservare da vicino il mondo dello shogi quale ponte tra la cultura tradizionale e quella moderna giapponese.

Venerdì 27 novembre dalle ore 15:30
Cortometraggi di Naoyuki Tsuji 20 minuti

  • Trilogy about cloud
  • Feather stare at the dark
  • A Rule of Dreams
  • For Almost Forgotten Stories
  • Wake Up
  • Naoyuki Tsuji (1972, Shizuoka), dopo avere abbandonato il sogno di diventare l’assistente di Yudetamago, autore di Kinnikuman, si dedica a opere proprie, realizzando cortometraggi animati su carboncino con pastelli. Se la prima impressione può essere quello della scarna crudezza di un disegno infantile subentra poi una sottile sensazione di paure e tremore osservando le sue opere
    Naoyuki Tsuji prova profonda ammirazione per il regista Nobuhiro Kawanaka e ha studiato con Tokumitsu Kifune.

    Sabato 28 novembre dalle ore 13:00
    Cortometraggi di Koji Yamamura 29 minuti

  • Aquatic
  • Japanese-English Pictionary
  • The Searcher’s research
  • A House
  • The Sandwiches
  • Koji Yamamura (1964) è un animatore giapponese indipendente che, dopo aver lavorato come background artist per uno studio di animazione, nel quale ha diretto, sceneggiato, montato, animato, curato il character design e i fondali; inoltre, talvolta produce cortometraggi propri, ma realizza pure video musicali e pubblicitari. Ancora Koji Yamamura è un illustratore di libri per l’infanzia. I suoi cortometraggi animati variano per tecniche, dai suoi primi lavori di plastilina e stop motion ai cortometraggi più recenti realizzati secondo tecniche di animazione tradizionale.

    Sabato 28 novembre dalle ore 14:30
    Cortometraggi di Tomoyasu Murata 29 minuti

  • An Introduction of Human Zoology
  • BURP
  • TOKYO
  • Memory
  • Hihukidake
  • Four brothers
  • Toorichanse
  • Tomoyasu Murata (1974) è il direttore dell’omonimo studio d’animazione “Tomoyasu Murata Company” che reallizza cortometraggi che rivelano uno stile tipicamente europeo con echi nostalgici del passato. Le tecniche usate sono molteplici, ma principalmente vengono impiegate la classica animazione su rodovetro e la moderna animazione computerizzata; nel combinare vari stili, alcuni cortometraggi ricordano lo stile sperimentale dello scozzese Norman McLaren. Sebbene alcuni cortometraggi trasudano di tristezza, un motivo costante nella produzione dello studio sembra essere la farfalla quale creatura capace di catturare la bellezza.

    Sabato 28 novembre dalle ore 18:00
    Cortometraggi di Kihachiro Kawamoto 64 minuti

  • The Breaking of Branches is Forbidden
  • The Trip
  • A Poet’s Life
  • Dojoji Temple
  • Kihachiro Kawamoto è stato un designer giapponese di marionette e creatore, regista indipendente, sceneggiatore e animatore e presidente della Japan Animation Association dal 1989, subentrando al fondatore Osamu Tezuka. Sebbene in Giappone sia più famoso come progettista dei burattini per la serie televisiva Il Romanzo dei Tre Regni nei primi anni 1980 e per lo Heike Monogatari nel 1990, la sua fama a livello internazionale è legata ai suoi cortometraggi animati, la maggior parte dei quali contengono tecniche miste di animazione.

    Domenica 29 novembre dalle ore 12:00
    Cortometraggi di Keichi Tanami 49 minuti

  • Why
  • Mo hitotsu no Nijiiro oshi
  • Walking Man
  • Goldfish Fetish
  • Why Re-Mix
  • Oh! Yoko!
  • Keiichi Tanaami, nato nel 1936 a Tokyo, è uno dei più importanti artisti pop del Giappone del dopoguerra, ed è stato attivo dal 1960 come grafico, illustratore e video artista.
    Generalmente i suoi corti animati rappresentano memorie, sogni e fantasie della fanciullezza in un mondo caratterizzato da scenari psichedelici ed erotici.

    Domenica 29 novembre dalle ore 18:00
    Cortometraggi di Atsushi Wada 65 minuti

  • Be vague
  • This mayonnaise is too liquid
  • A whistle
  • Yellow
  • Dancer of vermicular
  • The thing of rotation of child
  • A clerk in charge
  • Day of nose
  • Gentle whistle, bird and stone
  • Well, that’s glasses
  • In a pig’s eye
  • The mechanism of spring
  • Atsushi Wada, diplomato nel 1980 presso l’Osaka Kyoiku University, è un animatore giapponese noto per la sua particolare visione artistica che lascia spesso perplesso il pubblico. Le sue opere, che presentano generalmente sia scene assurde che surreali, provocano reazioni estreme.

    Nota biografica del curatore della rassegna
    Marco Milone, da sempre appassionato di cultura giapponese, approfondisce lo studio della lingua e della cultura dopo avere scoperto lo shogi. Quale shogista, Milone ha giocato due volte nella Yingde Cup (2009, 2010) e vinto una medaglia al George Hodges Memorial (2011). Sempre impegnato culturalmente su vari fronti, è stato finalista nel 2007 al premio Franco Fossati nel quale critico fumettistico. Milone ha promosso la cultura giapponese, realizzando gli unici blog italiani su ukiyo-e, emaki e shintoismo, e ancora con la stesura di “Storia del go”, l’unico saggio occidentale che analizzi la storia e la filosofia di questo tradizionale gioco. Ha inoltre presenziato a diverse manifestazioni (Cospladya, La Sicilia abbraccia il Giappone, Katagames, Etna Comics, Kokeshi Rebel Fest, Palermo Comicon). Ancora Milone è attivo in ambito cinematografico attraverso la realizzazione di varie rassegne che si concentrano sul cortometraggio sperimentale d’autore e sul cinema muto. Ha collaborato col Sole Luna Festival, col Festival delle letterature migranti ed è nel comitato organizzativo del Kino Palermo; inoltre, ha insegnato storia del cinema d’animazione.

    buy viagra online \\ doxycycline for cellulitis \\ http://levitradosage-uses.com/ \\ http://cialisdosage-reviews.com/ \\ cialis vs viagra \\ gabapentin loss of appetite \\ what lisinopril is used for \\ gentamicin with furosemide \\ augmentin 875 \\ tadalafil 20mg \\ sildenafil citrate 25mg \\ gabapentin 300 mg \\ cialis kaufen \\ furosemide 40 mg